Tecniche per i furti in casa: quali sono e come difendersi

Staff I Serrami - 4 Giugno 2020

Le tecniche per i furti in casa sono le più disparate!

I tentativi riusciti di effrazione sono un fenomeno in costante crescita: le ragioni sono moltissime e dipendono tanto anche da come i ladri riescono a operare.

Non dipende dalla casa: qualsiasi tipo di abitazione può essere a rischio!

Le statistiche evidenziano come sempre più anche gli appartamenti, non solo le case singole, siano presi di mira dai classici "topi d'appartamento".

In particolar modo durante i tradizionali periodi di vacanza, quando le città si svuotano e i criminali dispongono di maggiore libertà d'azione.

È davvero facile sentire perfino di un intero quartiere interessato dal dilagare del fenomeno dei furti in casa.

Per evitarli è importante conoscere quali sono alcune delle metodologie più usate dai ladri di professione.

Queste tecniche, anche se molto semplici, sono state perfezionate nel corso degli anni e tendono a essere replicarle ovunque possibile.

Imparare come entrano i ladri negli appartamenti può aiutare a comprendere anche come proteggersi.

Di seguito vedremo alcune delle tecniche più comuni e come proteggersi in maniera completa da questi tentativi, in particolar modo dai più raffinati.

Quali sono le tecniche di furti in casa più "raffinate"?

I ladri di professione sono in grado di entrare all'interno di una casa o di un appartamento senza porte blindate o telecamere

Spesso basta individuare un punto debole che dà verso l'esterno e utilizzandolo come accesso.

Tra le principali tecniche utilizzate dai ladri vi è quella denominata bumping.

Questa metodologia prevede l'introduzione di una chiave maestra all'interno della serratura.

Questa, dopo aver subito un leggero colpo sulla parte posteriore, vede saltare i cilindri posti il proprio interno.

bumping
Come funziona la tecnica del bumping (Fonte: Wikipedia)

In questo modo i ladri che hanno maturato esperienza nel campo sono in grado di introdursi pressoché in qualsiasi abitazione.

Allo stesso modo il grimaldello, un oggetto che nell'immaginario popolare è sempre associato ai malintenzionati che desiderano introdursi illegalmente all'interno di un ambiente, viene tutt'ora utilizzato anche dai ladri moderni.

Il grimaldello risulta utile per quanti vogliono riuscire a manipolare i sistemi interni che bloccano la serratura.

In questo modo, il ladro utilizza lo strumento proprio come se fosse una vera e propria chiave in piena regola!

Una tecnica di furti molto più raffinata è quello denominata impressioning.

Questa prevede l'inserimento di una lamina di alluminio, materiale che può essere deformato a piacere e che grazie a dei piccoli movimenti si adatta alla perfezione ai denti che costituiscono la serratura.

Così facendo i malintenzionati realizzano una perfetta copia della chiave attraverso svariati materiali e ottengono l'accesso.

I metodi tradizionali usati dai malintenzionati

Anche il trapano rappresenta uno degli attrezzi preferiti dai ladri di professione,

Viene utilizzato per praticare dei piccoli buchi sulla cornice della finestra o del serramento che rappresenta il miglior punto d'ingresso.

All'interno di questi piccoli fori si introducono dei pezzi di fil di ferro piegati.

Con questi è possibile far girare eventuali manovelle e di fatto attivare il sistema, che consente di aprire i serramenti.

I trapani di ultima generazione sono estremamente silenziosi ed è davvero difficile che, in assenza di un sistema di allarme che rileva i movimenti o i volumi, i padroni di casa scoprano questi tentativi.

Si tratta di un mezzo rudimentale e allo stesso tempo efficace, che non richiede particolari abilità tecniche.

Un altro metodo molto utilizzato dai ladri di professione mira a individuare la presenza oppure l'assenza dei padroni di casa e pianificare perciò il momento perfetto per entrare in azione.

Per capire quando un'abitazione è vuota, i malintenzionati inseriscono un pezzo di plastica o di carta grande come una moneta all'incirca, che viene poi ripiegato e messo all'interno della cornice della porta.

Una volta che sono trascorsi un paio di giorni, i ladri si recano nuovamente sull'uscio che hanno preso di mira per verificare se il piccolo oggetto che avevano lasciato all'interno della porta è caduto oppure se è rimasto ben saldo al proprio posto, dimostrando così che la casa in un tal momento è priva dei suoi abitanti.

Infine, in questa lista c'è ovviamente anche la scalata.

Si tratta di un metodo che i ladri più esperti utilizzano impiegando strumenti sempre più raffinati per raggiungere gli appartamenti posti ai piani superiori di un condominio.

Per farlo utilizzano prevalentemente due tecniche:

  • arrampicarsi dal basso verso l'alto,
  • scendere dal tetto.

In entrambi i casi, gli intrusi accedono quasi sempre da una porta finestra.

Ecco perché questo tipo di serramento è uno di quelli maggiormente presi di mira.

Quindi è necessario installare un sistema d'allarme a livello esterno, in maniera tale da riuscire a prevenire il furto o scoraggiare i furti in casa.

Perché è importante rendere sicura la propria casa?

Le case che non hanno una porta blindata affidabile e un buon antifurto risultano particolarmente esposte al rischio.

È molto probabile infatti che una delle tecniche illustrate risulti efficace nel consentire l'accesso a coloro che hanno cattive intenzioni.

Sentirsi violati a casa propria rappresenta una delle paure principali degli italiani

È un timore reale, come dimostrano del resto le statistiche riguardo i furti in casa e in uffici o aziende.

Questo aspetto porta di conseguenza i cittadini a sentirsi sempre più insicuri e desiderosi di proteggere al meglio il proprio ambiente.

Se gli oggetti di valore costituiscono un elemento da preservare e cercare il più possibile di tenere al riparo da quanti potrebbero volersene appropriare, risulta ancor più cruciale proteggere un ambiente all'interno del quale vi risiedono gli affetti.

Qualora dei ladri dovessero infatti fare irruzione in casa nel momento in cui sono presenti all'interno delle persone, ovviamente i rischi salgono ancor di più e tutto ciò può assumere delle note decisamente più pericolose.

Ecco perché è così importante creare un vero e proprio "progetto sicurezza", adatto al contesto e alle proprie possibilità, che permetta di vivere serenamente la propria casa.

Ciò è particolarmente importante per le case singole poste in ambito isolato, che risultano molto più semplici da approcciare senza sollevare l'attenzione dei vicini.

Tuttavia, anche gli appartamenti nei quartieri cittadini non sono certo al riparo dai malintenzionati, tutt'altro.

Installare sistemi di sicurezza quali porte blindate di classe antieffrazione elevata, telecamere visibili in remoto, e sensori di movimento è dunque l'unico modo per sentirsi davvero protetti in casa propria.

Potrebbe interessarti

crossmenuarrow-down