Gestire gli accessi di casa da smartphone: i vantaggi

Staff I Serrami - 20 Aprile 2020

Gestire gli accessi di casa da smartphone è un modo facile, sicuro ed efficiente per proteggere l’abitazione.

Tra le applicazioni di domotica, l’autorizzazione degli ingressi è una delle più interessanti.

Non tutti conoscono, infatti, le potenzialità che la tecnologia elettronica offre oggi ai privati; non è necessario spendere un patrimonio per la porta blindata e le soluzioni di automazione degli accessi non sono adatte soltanto alle aziende.

Anche il proprietario di una villa singola, una bifamiliare a due piani, un rustico in campagna, può trarre vantaggio da sistemi che permettono di gestire gli accessi da remoto.

Gestire gli accessi di casa da smartphone: che cosa significa

Sai già che con la domotica puoi programmare il funzionamento di molti dispositivi dell’abitazione, come sistema di riscaldamento, aria condizionata, tapparelle, garage e cancelli.

In base a un principio analogo, puoi gestire gli accessi di casa dal telefono cellulare: puoi decidere, cioè, chi è autorizzato a entrare e in quale orario.

Per esempio, se hai una collaboratrice domestica che viene ogni martedì mattina, puoi autorizzarla ad entrare grazie a un una app dedicata.

Se aspetti l’idraulico per un intervento, puoi permettergli di entrare solo il giorno fissato per l’appuntamento.

Autorizzare gli ingressi di una porta blindata

Per gestire gli accessi di casa da smartphone, è necessario avere una porta blindata con serratura elettronica.

Si tratta di modelli con apertura e chiusura automatica, ma non solo: al loro interno questi prodotti hanno una centralina elettronica e programmabile.

La centralina può comunicare con altri dispositivi, come, appunto, un telefono cellulare, tramite un’applicazione e una connessione crittografata.

La centralina memorizza gli ingressi: tenendo traccia degli accessi e degli orari, hai sempre modo di controllare quello che succede.

Alcuni modelli di porte “intelligenti” permettono di memorizzare molti codici di autorizzazione degli ingressi: per i legittimi proprietari, ma non solo.

Per le abitazioni dedicate ad affitti brevi, ad esempio foresterie o B&B, puoi autorizzare accessi definiti creando sempre nuovi codici, attivi solo per un certo periodo.

In questo modo i codici comunicati ai clienti sostituiscono le chiavi fisiche, evitando rischi di smarrimento e rendendo più semplici gli accessi.

L’applicazione sul cellulare controlla il sistema

Una volta scaricata l’app sullo smartphone, puoi gestire l’apertura e la chiusura della porta blindata.

Quando vuoi autorizzare un tuo parente, che arriva nottetempo a casa e sarà tuo ospite, è sufficiente assegnargli una “chiave” e chiedergli di fare il download dell’app sul suo telefono.

Puoi mandargli la sua chiave digitale con un sms oppure con una email. Il tuo parente potrà così aprire la porta, ma quando il suo soggiorno sarà concluso la sua chiave digitale non sarà più valida.

Gestire gli accessi di casa da smartphone
Attraverso le app è possibile gestire gli accessi di casa da smartphone e tanto altro

Autorizzazione degli accessi via app: è sicura?

Gestire gli accessi di casa tramite smartphone è sicuro? Se anche tu ti sei posto questa domanda, pensa a quale oggetto, più di tutti, accompagna la tua vita quotidiana da quando ti alzi a quando vai a dormire.

Si tratta del telefono cellulare!

Nella vita di tutti i giorni, di fatto, dimenticare o perdere le chiavi di casa è più frequente di smarrire il telefono.

Persino le banche stanno progressivamente spostando la procedura di autenticazione ai conti correnti on line dal token allo smartphone.

Che succede se perdi lo smartphone o te lo rubano? È sufficiente accedere all’applicazione, per esempio, da pc e disabilitare le chiavi.

Porte blindate elettroniche per ville e case a più piani

Una porta blindata con applicazione domotica per aprire e chiudere da remoto non è una spesa low cost, ma non costa molto di più di una porta blindata di qualità, di fascia medio-alta.

Se hai una casa indipendente su due piani o se vivi in una villetta bifamiliare, l’apertura a distanza ha molti vantaggi pratici.

Puoi tenere la soglia di casa sicura, chiusa e protetta, quando sei in mansarda o nel seminterrato e puoi consentire l’accesso ai tuoi visitatori, senza scendere ad aprire la porta.

Le porte elettroniche sono complicate?

Se hai poca dimestichezza con la domotica e se non hai mai provato una porta blindata elettronica, potresti pensare che si tratta di una tecnologia difficile da utilizzare.

In realtà, gestire gli accessi di casa da smartphone è molto semplice.

L’applicazione rende queste operazioni veloci e intuitive.

Il vantaggio dell’app sul telefono è la sua comodità: gestisci apertura e chiusura della porta blindata a distanza, dovunque tu sia.

Le porte elettroniche sono, in genere, collegate alla corrente elettrica della casa, ma hanno anche una batteria tampone.

Non c’è il pericolo di restare chiusi fuori o dentro, perché, anche in caso di black out, la batteria fa funzionare la porta.

Tutte le porte automatiche hanno una serratura di emergenza a cilindro europeo, per aprire con la chiave.

Potrebbe interessarti

crossmenuarrow-down