Casa Sicura: consigli per vivere in sicurezza casa tua

Staff I Serrami - 29 Ottobre 2019

In questo articolo vogliamo proporti le buone pratiche e procedure per un casa sicura - consigliate anche da Polizia di Stato e Carabinieri - che non costano nulla ma che possono fare la differenza.

Alcune di queste abitudini aiutano a proteggersi dai ladri, in ogni occasione.

Dotarsi di dispositivi di sicurezza è il primo passo: porte blindate, antifurto e tapparelle blindate in primo luogo.

Oltre a questi indispensabili dispositivi, però, è importante però non abbassare mai la guardia, anche se i furti negli ultimi anni sono in calo.

La porta esterna: la prima (e più importante) arma di difesa

Una buona porta esterna, meglio se blindata, è il primo sbarramento contro i furti in casa.

Ma attenzione, perché non basta se non si seguono alcune semplici ma fondamentali regole.

A volte sembrano consigli ovvi, ma è importante ricordarle e tenerle sempre a mente.

Chiudere la porta sempre con tutte le mandate

Se la porta è chiusa con il solo "scrocco" o con una sola mandata, non c'è porta blindata che tenga!

Questa infatti non opporrà una resistenza adeguata al tentativo di scasso.

Il consiglio è quindi quello di chiudere sempre e comunque con tutte le mandate la porta di casa, anche quando si sta fuori per poco tempo.

E per i più sbadati?

Nessun problema perché esistono delle soluzioni automatizzate che permettono di chiudere la porta in maniera autonoma, senza necessità di di girare la chiave.

Attenzione ai dettagli

Una casa è vulnerabile in ogni suo punto d'accesso.

Finestre, porte di servizio, cancelli, cantine e garage comunicanti sono i punti deboli delle abitazioni, che per abitudine o disattenzione non vengono chiusi.

I consigli utili dei professionisti della sicurezza

Sono da ricordare a questo proposito i comunicati ufficiali di Polizia e Carabinieri per difendersi dai furti.

  • Avvisare sempre i vicini prima di una partenza: informarli sul luogo e sul periodo di assenza.
  • Chiedere a una persona di fiducia di controllare l'abitazione e svuotare la cassetta della posta.
  • Non uscire di fretta da casa, in particolare quando si parte per un viaggio lungo: assicurarsi di chiudere bene tutto, non lasciare oggetti di valore incustoditi e possibilmente evitare di conservare contante ori e preziosi in luoghi prevedibili.
  • Lasciare una luce o una radio in funzione come segnali di presenza in casa. Consiglio "datato" ma ancora oggi molto efficace.
  • Evitare di pubblicare contenuti personali sui social network.

In particolare questo ultimo punto è da tenere in forte considerazione.

Mettere online al giorno d'oggi informazioni così sensibili come foto della partenza o dettagli che fanno capire quanto durerà la vacanza è un rischio molto alto.

Soprattutto se nel proprio profilo non sono settate correttamente le impostazioni di privacy.

Il consiglio è di selezionare i destinatari dei post o, ancora meglio, evitare di dare troppe informazioni sul viaggio, la sua durata e la destinazione.

Una casa più sicura è possibile

Questi sono solo alcuni dei tanti consigli che possiamo suggerirti per vivere sonni più sereni.

L'ultimo consiglio è però il più importante: mai abbassare la guardia perché una semplice distrazione potrebbe pregiudicare le tante accortezze prese.

Potrebbe interessarti

crossmenuarrow-down