Fake news e sicurezza: come cercare informazioni affidabili

Il rapporto tra fake news e sicurezza è un grosso problema!

Le notizie false si diffondono sui temi che le persone vivono come i più urgenti (come la pandemia di Covid-19) ma anche per problemi che preoccupano da sempre, come i furti in casa.

Quale che sia l’argomento, le fake news danneggiano i cittadini: diffondono allarmi e paure irrazionali, impediscono una comprensione lucida del problema e drogano il sistema dell’informazione.

Quando leggi troppe notizie false, corri il rischio di farti una valutazione sbagliata della realtà.

Se non hai modo di distinguere tra informazioni costruite ad arte e contenuti veri, puoi oscillare tra un atteggiamento di ingenua fiducia in quello che leggi o nel giudizio opposto, assumendo un tono sempre negativo.

Fake news e sicurezza: leggende metropolitane

Cosa significa veicolare notizie false sulla sicurezza?

Un caso tra più noti è dato dalle leggende metropolitane.

Polizia di Stato e siti di debunker citano spesso la credenza che i nomadi lascerebbero dei segnali sui muri prima di svaligiare un’abitazione.

Questa bufala torna in modo periodico a circolare, in diversi paesi del mondo, anche se non è chiara la ragione: quale vantaggio avrebbero i ladri i a segnalare in anticipo la loro presenza, correndo il rischio di essere scoperti?

Quando leggi una notizia e non sai se è vera, prima di allarmarti e soprattutto, prima di diffonderla, rifletti sulla sua ragionevolezza. Se puoi, controllane la veridicità su siti di fact checking.

Bufale e affermazioni fuorvianti

Un altro esempio di notizie non corrette riguarda il fatto che i prodotti di sicurezza passiva sarebbero inutili, perché i ladri troverebbero comunque il modo di entrare in casa.

Gli esperti la chiamano un’affermazione fuorviante.

È teoricamente vero che uno scassinatore professionista può, avendo a disposizione un tempo illimitato, forzare una porta blindata di medio valore.

Di fatto, però, la frase “un ladro entra in casa anche se c’è la porta blindata”, è falsa.

Ricorda che, nella maggior parte dei casi, il ladro ha pochi minuti a disposizione per eseguire un furto ed evitare di essere scoperto.

Una buona porta di sicurezza fa la differenza, perché i ladri prediligono le case dove l’effrazione è più facile.

Cosa c’è di vero e cosa di falso sui furti in casa

Da molti resoconti di furti nelle abitazioni, puoi farti l’idea che attaccare una porta d’ingresso sia semplice.

Le tecniche di scasso citate dai giornali sono molte: scassinare una serratura con il tubo, attaccare le cerniere con un piede di porco, manomettere una vecchia serratura a doppia mappa con una carta magnetica.

C’è un problema di fake news e informazioni sulla sicurezza in rete, ma a volte è una questione di dettagli: gli articoli di giornale non specificano che tipo di porta è stata forzata.

Di fatto, i furti più frequenti sono quelli ad opera di ladri comuni e gli ingressi violati sono quelli di porte di valore medio-basso, con serrature di scarsa qualità.

Nella maggior parte dei casi, le notizie dei furti sono vere, ma non dimostrano che le porte blindate sono inutili.

È vero invece che la porta blindata deve essere scelta con criterio, privilegiando prodotti di qualità, con il marchio Ce, certificati in una classe antieffrazione adeguata al rischio di sicurezza dell’abitazione.

Chi produce fake news sulla sicurezza e come riconoscerle

Chi produce fake news e come si riconoscono le notizie erronee?

I contenuti falsi hanno origini differenti.

Alcuni siti inventano le notizie, costruendole su dinamiche ricorrenti: paura o rabbia, pregiudizi radicati, luoghi comuni.

Questi articoli sono i più facili da smascherare: i testi hanno titoli ad effetto, raccontano l’episodio in modo vago, insistono sui commenti e hanno toni eccessivi.

Il fatto raccontato non ha dettagli, riferimenti contestuali, link che possano permettere una verifica.

Un’altra categoria di informazioni pericolose fa riferimento a fatti e situazioni vere, ma spiegate in modo grossolano e ambiguo.

Lo sono, spesso, le spiegazioni approssimative dei prodotti di sicurezza, ma anche i commenti e le recensioni dei clienti possono dare adito a equivoci.

Il racconto di un caso singolo non ha valore statistico e un episodio isolato a volte non ti aiuta a capire che cosa serve a te per avere una casa sicura.

Fake news e sicurezza: dove cercare fonti autorevoli

Per capire come districarsi nel labirinto delle notizie false, sul web e sui social network, è utile riflettere sulle fonti.

Quando leggi un contenuto, hai il diritto di sapere chi lo scrive e perché.

Anche se il messaggio ti è arrivato da un amico o su un gruppo di persone di cui ti fidi, fai sempre bene a verificare la notizia, confrontandola con altri contenuti.

Privilegia articoli di testate autorevoli, ma soprattutto distingui articoli di giornali generalisti, periodici specializzati, siti aziendali, blog personali.

Ciascuna di queste fonti ha un modo differente di trattare la notizia e, a volte, ha anche obiettivi diversi. Se a un quotidiano locale interessa soprattutto il fatto di cronaca, una rivista di settore ha più interesse per dati tecnici.

Chiediti se il blog personale è firmato da uno specialista o da un semplice cittadino; informati, quando consulti un blog aziendale, sulla storia e le caratteristiche dell’impresa – guarda, ad esempio, se ha certificazioni e riconoscimenti.

Non fidarti di una sola ricerca su Google ma cerca di approfondire, ma non solo su Internet.

Una conversazione dal vivo, con un installatore o un rivenditore, può chiarirti molti dubbi.

Prenota un appuntamento

  • Selezionare la sede
  • Campi personalizzati
  • Selezionare data e ora
  • Inserire informazioni
  • Verificare i dettagli dell'ordine
  • Conferma

Selezionare la sede

Selezionare la sede più vicina

Selezionare la sede

Selezionare la sede più vicina

Campi personalizzati

Per favore, rispondi a questa serie di domande per procedere.

Selezionare data e ora

Cliccare su una data per vedere gli orari disponibili e su una fascia oraria verde per prenotarla

Inserire informazioni

Inserire le informazioni di contatto per la conferma dell'appuntamento

Verificare i dettagli dell'ordine

Controllare i dettagli della prenotazione e cliccare su Invia se tutto è corretto

Conferma

L' appuntamento è stato richiesto, a breve verrà inviata la conferma via email
Per ulteriori orari disponibili o altre richieste contattare direttamente il punto vendita

Selezione della sede

Selezione della sede
Campi personalizzati
Selezione di data e ora
Informazioni sul cliente
Verifica i dettagli della prenotazione
Conferma dell'appuntamento
Rimini
Via Covignano, 207 – 47921 Rimini
Cesena
via Cervese, 2636 – 41057 Cesena
Santarcangelo
Via Andrea Costa, 78 – 47822 Santarcangelo
Bologna
Via Ferrarese, 71/2A – 40128 Bologna
Melegnano
SS9 – 20077 Melegnano (MI)

Riassunto

Servizio
Consulenza in negozio
Durata
Sede
Consulente
Data
Orario
Cliente
Prezzo totale

Potrebbe interessarti

crossmenuarrow-down